lunedì 25 aprile 2011

EMERGENZA "PANTEGANE"




UN INVITO A NOZZE PER I TOPI

LE IMMONDIZIE ABBANDONATE INCIVILMENTE NOTTETEMPO PER STRADA

Poco prima di concludere il suo mandato a Ca’ Farsetti Massimo Cacciari, al termine di una riunione in cui si decise di stanziare dei fondi straordinari al fine di potenziare la campagna anti-ratti - in aggiunta a quelli ordinari già stanziati in precedenza - con la franchezza che gli è propria affermò che, se la situazione relativa alla diffusa presenza di topi a Venezia stava diventando sempre più numerosa e preoccupante, era anche a causa dell'inciviltà di non pochi veneziani soliti ad abbandonare per strada i sacchetti della spazzatura approfittando del buio della notte, anziché attendere il ritiro di essi, al mattino, da parte degli addetti alla nettezza urbana.

Pur non avendo sempre condiviso le affermazioni di Cacciari nel corso degli anni in cui fu alla guida della città – ancorché ne rispettassi, ovviamente, la statura culturale e la fama - ricordo che in quell’occasione mi trovai, tuttavia, pienamente d’accordo con lui.

Ancora oggi, del resto, se i topi diventano ogni giorno più numerosi, diffondendosi largamente in tutta Venezia, non vi è alcun dubbio che ciò sia anche dovuto a tutta una serie di vantaggi a essi concessi dal comportamento di molti veneziani scarsamente attenti a non offrire, magari inconsapevolmente, occasioni di cui i topi possano approfittarne per svilupparsi ulteriormente.

E l'enorme quantità di sacchetti di spazzatura abbandonati incivilmente nottetempo un po' ovunque in città – che Cacciari, giustamente, stigmatizzava - è purtroppo una di queste occasioni, di cui un po’ tutti faremmo bene a rendercene conto al più presto, se non vogliamo ritrovarci prima o poi - considerata anche la sempre minore efficacia, se non inutilità, dei metodi per combatterli a nostra disposizione - letteralmente invasi dai topi, con la sola intima speranza, peraltro utopica, di un pifferaio magico redivivo.

ENZO PEDROCCO

Nessun commento: